Come reagiscono le piante alle avversità?

Anche gli alberi hanno un “istinto di sopravvivenza” Tempo di lettura 5′ Gli alberi, come tutti gli organismi viventi, adottano una serie di strategie per garantire la rinnovazione della loro specie all’interno del bosco. In generale, la rinnovazione avviene attraverso produzione di semi (come nel caso delle fustaie, cioè boschi con fusti singoli) o attraversoContinua a leggere “Come reagiscono le piante alle avversità?”

Foreste del Nord, guardando la Finlandia

Il rapporto tra popolazione e foreste, un legame quasi indissolubile Tempo di lettura 6′ La Finlandia è al secondo posto in Europa in termini di copertura forestale dopo la Svezia. Con un totale di 20,5 milioni di ettari, più del 75% del paese è composto da foreste (ce lo dice il rapporto del Ministry ofContinua a leggere “Foreste del Nord, guardando la Finlandia”

La magia del foliage

Guida molto pratica per capire il restyling arboreo autunnale Tempo di lettura 5′ Tutti quanti sappiamo succederà, è una delle poche certezze che possiamo avere. Non appena vediamo volare la prima foglia, sappiamo che è arrivato l’autunno e subito il nostro naso si alza verso le chiome degli alberi, in attesa della magia. Quale? MaContinua a leggere “La magia del foliage”

I prodotti forestali non legnosi 

Pochi giorni fa ad un evento per un progetto di agroforestazione (campi e boschi che si abbracciano e si vogliono bene) ho sentito un’osservazione molto curiosa: il pata negra, noto prosciutto spagnolo, può essere definito come un prodotto di foresta. Questo mi ha fornito uno spunto per raccontarvi un po’ il mondo dei prodotti forestali non legnosi, ovvero tutti quei prodotti che esistono grazie alla foresta, ma non sono fatti di legno.
Alcuni esempi? Un bel po’ di erbe medicinali, da cui sono stati sintetizzati dei principi attivi tra cui quello dell’aspirina (spoiler: viene dal salice), i vari funghi, dei materiali che usiamo tutti i giorni o quasi, come la gomma e il sughero dei tappi di bottiglia, e tanti altri ancora in cui vi imbatterete in questo articolo!
Spero che questo pezzo faccia riflettere su come anche se non viviamo in foresta e non viviamo di foresta ne siamo molto più legati e dipendenti di quanto potremmo pensare, sorseggiando un whisky invecchiato in botte di rovere (ndr una specie di quercia) in una comoda poltrona nel nostro appartamento in città.

La salvaguardia dei boschi trasmessa anche ai più piccoli

Bosco, natura, campeggio in montagna… é bello viverli sin da piccoli. Ce lo insegnano i campiscuola che ogni estate organizzano le associazioni di protezione civile in tutta Italia.

É un’opportunità per conoscere i rischi del nostro territorio, per imparare a salvaguardare l’ambiente e a prendercene cura, associando formazione e divertimento.

E poi stare a contatto con la natura allevia ansia e stress. Dopo che l’emergenza covid-19 ci ha costretto a limitare fortemente gli spostamenti, stando sempre a casa, quanti benefici apporta passare qualche giorno lontano dalla città e dalla tecnologia?

Esplorando il ripristino ambientale e forestale col dottor Enrico Siardi

La Giornata Mondiale dell’Ambiente è dedicata quest’anno al ripristino ambientale, cioè a far nascere o rinascere la natura laddove è degradata o non c’è (più). Le foreste non solo si possono ripristinate se degradate, ma possono essere strumento di ripristino di terreni danneggiati dalle attività umane. Scoprendo il ruolo delle foreste in un’intervista col dott.Continua a leggere “Esplorando il ripristino ambientale e forestale col dottor Enrico Siardi”

Le foreste in città: solo un ornamento?

Le foreste urbane hanno del potenziale: riducono il cambiamento climatico e a incentivano stili di vita più sani
Abituata come sono a vivere in campagna e a godermi paesaggi rurali con prati, campi agricoli e siepi arboree, quando esco di casa per andare al lavoro trovo sempre un po’ frustrante inserirmi all’interno del traffico cittadino…

La foresta nella rete Natura 2000

Fuori dall’acqua, piantato all’inizio del sentiero, un pannello con un cartello riparato da una tettoia mostra la mappa dell’area protetta e un testo diviso in colonne; c’è pure il simbolo di due uccelli blu che volano sopra montagne verdi mentre sorge un sole di stelle: il simbolo della rete Natura 2000.

Incendi: danno per l’uomo, manna per alcuni ecosistemi?

Si avvicina la stagione fredda dell’anno e chi ne ha l’opportunità ha preparato la legna per accendere il fuoco nella stufa o nel camino. Tuttavia, non sempre il fuoco è un elemento che ci rasserena, specialmente in situazioni non controllate come in foresta. Nell’era attuale, che Stephen Pyne, storico dell’ambiente, definisce “pirocene”, il tema del fuoco e degli incendi è sempre più presente. Ma questi sono sempre un danno? Come si innescano e che tipi di incendi ci sono?